Skip to main content
Menu

Con Close The Gap abbiamo combattuto per fermare un’ingiustizia giocata sulla pelle di ogni donna con l’IVA sugli assorbenti al 22% come per i prodotti di lusso. Il risultato? L’IVA sugli assorbenti abbassata al 5%.

Oggi il Governo ha deciso di alzare nuovamente l'aliquota al 10% e per noi inizia una nuova sfida. Alzare l'iva al 10% sugli assorbenti femminili è una discriminazione di genere verso le donne. Questa è una lotta che portiamo avanti da tempo.

Riparte la mobilitazione e si riapre la petizione su Change.org che un anno fa si era chiusa toccando le 683.000 firme. Obiettivo: raggiungere 1 milione di firme con lo slogan “Il ciclo è ANCORA un lusso!”. COOP sugli assorbenti a marchio dimostra che l’Iva al 5% è possibile e mette sugli scaffali a partire dal 1° gennaio le proprie linee assorbendo l’aumento dell’Iva fino a fine maggio 2024 con l’obiettivo di non scaricarlo sulle consumatrici.

FIRMIAMO E FERMIAMO UN'INGIUSTIZIA

Le donne subiscono ancora: il governo che a gennaio 2023 aveva abbassato l’IVA sugli assorbenti igienici al 5%, dal 2024 l’ha alzata al 10%. Non è solo una questione di numeri, ma di diritti. Ecco perché la nostra battaglia continua. Intanto, dal 1° gennaio fino al 31 maggio 2024, nei nostri negozi Coop e Superconti neutralizziamo l’aumento dell’IVA negli assorbenti igienici a marchio Coop, come se fosse al 5%. E chiediamo il tuo aiuto per eliminare questa tassa iniqua: vai su change.org e sottoscrivi la petizione di Onde Rosa.

FIRMA LA PETIZIONE

 
AGENDA 2024

PER UNA VERA PARITÀ DI GENERE
Azioni nel mondo Coop
A fine 2023 cresce ancora la quota femminile tra il personale Coop e raggiunge il 71,5%, giunge quasi al 35% la percentuale delle donne presenti in ruoli direttivi (34,8% rispetto al 34,6% del 2022). Intorno al 41% circa la quota femminile presente nei Cda delle cooperative, inoltre aumenta sensibilmente la presenza di donne fra i soci eletti nei vari organismi rappresentativi dei territori (54,5% rispetto al dato precedente 52,7%). In linea con gli anni precedenti il numero delle nuove socie (oltre 126.000) pari al 54,5% del totale.
E Coop, prima insegna nella Grande Distribuzione Organizzata, ha recentemente ottenuto la Certificazione della Parità di Genere secondo la UNI PdR125. Uno strumento volontario previsto dal PNRR – Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, con l’obiettivo di incentivare le aziende ad adottare politiche adeguate a ridurre il gap di genere che prevede inoltre la misura e il monitoraggio di una serie di indicatori.

PER CAMBIARE LA CULTURA
Formazione interna e nelle scuole
Prosegue il lavoro di formazione sulla parità di genere sia tra i dipendenti delle cooperative che nell’attività di educazione al consumo consapevole, valore fondante di Coop. Per queste ultime attività, hanno aderito al percorso educativo “Close the Gap” proposto alle scuole 308 classi, per il 40% di secondaria di secondo grado, ovvero oltre 7 mila studenti in tutta Italia.

PER RIDURRE IL GENDER GAP
Rilancio petizione “Il ciclo è ancora un lusso”
Sono oltre 700 mila le firme raccolte in tre anni su Change.org per la petizione “Stop Tampon Tax! Il ciclo è ancora un lusso”, rilanciata a gennaio 2024, per chiedere nuovamente l’abbassamento dell’IVA sui prodotti mestruali dall’attuale 10% al 5%, come per gli altri beni di prima necessità. Coop rilancia la petizione per chiedere la reintroduzione della tassazione minima, già applicata nel 2023, per la prima volta in Italia. Al fianco dell’associazione promotrice Onde Rosa, Coop si fa portatrice del messaggio che non deve più esistere “La tassa di essere donna” e dal 1° gennaio fino al 31 maggio 2024, nei punti vendita delle cooperative, Coop ”neutralizza” l’aumento dell’IVA negli assorbenti a marchio Coop, vendendoli come se fosse al 5%.

UN MODELLO PER I FORNITORI
Formazione in filiera
Nel biennio 2021-2022 Coop ha sviluppato progettualità sull’empowerment femminile destinate alle lavoratrici di sei filiere pilota di ortofrutta a marchio Coop, che complessivamente hanno visto coinvolte 280 donne. Questo è stato di stimolo per sviluppare un ulteriore percorso formativo scalabile sulla parità di genere destinato al management delle aziende nostre fornitrici di prodotto a marchio Coop. Da questa esperienza nel 2024 nasce un format di e-learning, elaborato da Coop in collaborazione con Oxfam e con il supporto di Scuola
Coop, che verrà messo a disposizione di tutti i fornitori di prodotto a marchio. Dall’esperienza sperimentale alla costruzione di un modello formativo.
 

Gli impegni di Close the Gap

“Close the Gap" è la campagna di Coop, fatta di azioni e impegni concreti per promuovere la parità di genere femminile, combattere le disparità e ridurre le differenze con l'obiettivo di portare avanti un dialogo su temi importanti, coinvolgendo i consumatori, i soci, i dipendenti e i fornitori di prodotto a marchio. Sono tante le azioni portate avanti da Coop con Close the Gap con enorme successo dal 2021, tra le più importanti l’adesione alla petizione Stop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso. Nel 2022 si sono aggiunte nuove sfide, con un focus sulla diseguaglianza tra uomo e donna in casa e in famiglia. Sensibilizzare sulla necessità di dividersi i compiti alla pari e riequilibrare i ruoli è l’obiettivo sperato, per questo Coop ha iniziato a sostenere la petizione di Movimenta a sostegno dell’aumento del congedo di paternità.  

Nel 2023 Close The Gap e Coop hanno aggiunto un nuovo tassello rinnovando il sostegno alla petizione Movimenta #GenitoriAllaPari per l’estensione del congedo di paternità obbligatorio fino a tre mesi, che avviata nel 2022,  ha raggiunto in anno 47.297 firme. Il rilancio passa ora  dalla proficua unione con l’altra petizione ospitata da change.org con lo stesso scopo: “Congedo di Paternità a 3 mesi operativo da subito!” promossa da Girolamo Grammatico, un padre che per professione si occupa di formazione, che dal canto suo ha raccolto 31.062 adesioni. 

STARE DI PIÙ CON I FIGLI DEVE ESSERE UN DIRITTO DI TUTTI.   
VAI SU CHANGE.ORG/GENITORIALLAPARI E FIRMA LA PETIZIONE ONLINE DI MOVIMENTA

 

 


 

Progetti e azioni

Non solo una borsa, ma una presa di posizione contro i pregiudizi e le discriminazioni di genere.

Con l’acquisto di ogni borsa devolveremo 0,50 euro a favore della campagna #hoqualcosadadirvi, promossa da Arcigay per sostenere il coming out e implementare i centri antidiscriminazione ubicati in tutto il territorio italiano.

Oggi che la parità dei diritti è messa in serio pericolo, la Libertà è l'unica posizione da prendere.

 


 

Numero anti violenza e stalking sugli scontrini del Gruppo Coop Centro Italia

 

Numero anti violenza e stalking sugli scontrini del Gruppo Coop Centro Italia

Abbiamo inserito in fondo agli scontrini emessi da tutti i punti vendita del Gruppo Coop Centro Italia il numero anti violenza e stalking 1522, per facilitare la denuncia da parte delle vittime.    
Una piccola quanto importante azione che si aggiunge a quelle che da anni promuoviamo per combattere la violenza di genere, sostenendo e aiutando concretamente tante realtà che nei nostri territori si prendono cura delle vittime di violenza. 

Coop per le azioni di protezione della popolazione Afghana

Firma anche tu la petizione su change.org per creare da subito corridoi umanitari così da mettere in protezione la parte della popolazione più esposta ai rischi del reinstaurato regime talebano, nel cui mirino ci sono prevalentemente le donne.

Articoli correlati

Immagine di un iPad con aperta la newsletter di Coop Centro Italia

Iscriviti alla newsletter

  • Riceverai tutte le offerte del tuo punto vendita preferito direttamente nella tua mail.
  • Sarai a conoscenza di tutte le novità del mondo Coop Centro Italia.
  • Potrai disiscriverti quando vuoi e ottenere l'immediata cancellazione di tutti i tuoi dati.